LE TROIANE, LA GUERRA E I MASCHI

«Per una persona migrante o trans, il successo di un viaggio dipende dalla generosità con la quale gli altri vi accolgono e vi sostengono, senza pensare costantemente “ecco uno straniero”, ma vedendo la vostra singolarità di corpo vulnerabile e alla ricerca di un altro luogo dove la vita potrebbe radicarsi»: questa riflessione del filosofo Paul B. Preciado fa da esergo al lavoro che la regista Marcela Serli, con un cast decisamente potente ha fatto a partire dalla tragedia di Euripide. Al Teatro Ivo Chiesa, dal 1 al 4 dicembre 2022, va in scena Le troiane, la guerra e i maschi.

«Quando abbiamo deciso di fare questo spettacolo - scrive Serli - non sapevamo che il mondo che conoscevamo sarebbe diventato altro. Avevamo pronto un discorso femminista sulla narrazione stereotipata delle donne nelle tragedie. Poi la guerra è arrivata qui vicino e, a quel punto, mettere in scena Le troiane è diventato un doppio atto di coraggio: parlare di guerra ora e farlo con attrici i cui corpi politici sfuggono alle norme e ai canoni della società occidentale. Le troiane, la guerra e i maschi è un tentativo di riflettere sul potere e sull’oppressione patriarcale.

Da una parte ci sono il combattente, l’uomo guerriero, il messaggero compassionevole. Dall’altra la vecchia triste, la pazza, la moglie obbediente, la donna seduttiva. Infine gli dei e il loro gioco. Le troiane, la guerra e i maschi fa un’ipotesi. Si chiede quale direzione avrebbero potuto prendere queste donne se solo avessero avuto una possibilità. E poi, quale avrebbero potuto prendere gli uomini se avessero avuto gli occhi per guardare e accogliere in sé l’alterità. Euripide, Jean-Paul Sartre, il filosofo trans Paul B. Preciado, Judith Butler, Adrienne Rich, Virginia Woolf, Byung-Chul Han, saranno ispiratori e ispiratrici di alcuni dei concetti che muovono il nostro lavoro».

Lo spettacolo è proposto sul palcoscenico con 100 posti disponibili a sera. Durata dello spettacolo: 1 ora e 15 minuti.

Produzione
Teatro Nazionale di Genova, Fondazione Campania dei Festival, Teatro Nazionale di Nova Gorica (Slovenia), Fattoria Vittadini
Drammaturgia e regia
Marcela Serli
Interpreti
Eva Robin’s, Noemi Bresciani, Ana Facchini, Ira Fronten, Luce Santambrogio, Marcela Serli, Caterina Bonetti
Assistente alla drammaturgia
Giulia Trivero
Consulente grecista
Marcella Farioli
Costumi
Antonio Spada e Simona Venkova (studentә dell’Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia)
Testimonə femministe
Sergia Adamo, Luce Santambrogio, Silvia Torri
Suoni
Michele Pegan
Embodiment
Noemi Bresciani
Cast tecnico
fonico Michele Pegan
elettricista Lorenzo Maugeri


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Domenica 4 dicembre 2022

Spettacolo terminato

Info sala

Teatro Ivo Chiesa

Viale Duca D'Aosta Emanuele Filiberto
Genova