AMORE

Che altro può una creatura se non amare / tra creature, amare?” recitano i versi di Carlos Drummond De Andrade, che insieme a quelli di Eugenio De Andrade, Rainer Maria Rilke, Jaques Prévert e altri costituiscono la mappa poetica seguita da Pippo Delbono nel suo nuovo spettacolo Amore, che debutta al Teatro Ivo Chiesa mercoledì 7 dicembre alle ore 20.30 (in scena fino a sabato 10 dicembre 2022).

Il regista e drammaturgo di origine ligure, acclamato in tutta Europa per il suo teatro originale e di forte impatto, mette al centro della sua riflessione il più universale dei sentimenti: Amore è un viaggio musicale ed elegiaco che parte dal Portogallo, crocevia di tradizioni e culture diverse, tocca l’Angola e Capo Verde, e prosegue tra le corde dell’anima e quelle di una chitarra che suona le note struggenti del Fado.

Alternando danza, canzoni della tradizione insieme a brani originali firmati dal noto chitarrista Pedro Jóia e momenti di poesia restituiti dalla voce calda e graffiante dello stesso Delbono, lo spettacolo che vede in scena tredici interpreti, raccontale mille sfumature del sentimento: l’amore come mancanza, come incessante bisogno, come motore immobile e veicolo di scelte, l’amore che supera le geografie, che accomuna le culture, che dona forza e ci rende vulnerabili. «Amore è ancora una volta il tentativo di portare dentro al teatro la vita - racconta Delbono - Nominando questa parola, invocandola in maniera laica e sognante, abbiamo forse la possibilità di darle voce e liberarla dalla confusione che ha regnato sull’intera narrazione dell’odissea globale e terribilmente umana, che è stata la pandemia».

scritto e diretto da Pippo Delbono
con Dolly Albertin, Gianluca Ballarè, Margherita Clemente, Pippo Delbono, Ilaria Distante, Aline Frazão, Mario Intruglio, Pedro Jóia, Nelson Lariccia, Gianni Parenti, Miguel Ramos, Pepe Robledo, Grazia Spinella
scene Joana Villaverde I costumi Elena Giampaoli
musiche originali Pedro Joia I luci Orlando Bolognesi
consulenza letteraria Tiago Bartolomeu Costa I suono Pietro Tirella
produzione Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale 

Lo spettacolo è il frutto della collaborazione delle seguenti istituzioni e realtà produttive internazionali: São Luiz Teatro Municipal (Lisbona), Pirilampo Artes Lda, Câmara Municipal de Setúbal, República Portuguesa - Cultura / Direção-Geral das Artes (Portogallo), Fondazione Teatro Metastasio di Prato (Italia), Teatro Coliseo, Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires e Italia XXI (Argentina), Comédie de Genève (Svizzera), Théâtre de Liège (Belgio), Les 2 Scènes – Scène Nationale de Besançon (Francia), KVS Bruxelles (Belgio), Sibiu International Theatre Festival/Radu Stanca National Theater (Romania).


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Sabato 10 dicembre 2022

Spettacolo terminato

Info sala

Teatro Ivo Chiesa

Viale Duca D'Aosta Emanuele Filiberto
Genova