SCHIFO-DRECK

GRAZIANO PIAZZA

SCHIFO-DRECK

di Robert Shneider
cura di Cesare Lievi

 Un uomo è solo. Vende rose. La sera nei locali. È iracheno, di Bassora. È straniero: faccia strozzata in fondo alla gola, angelo nero che turba la trasparenza, traccia opaca, insondabile. Senza casa, egli propaga al contrario il paradosso dell’attore: moltiplicando le maschere non è mai del tutto vero né del tutto falso, giacché sa adattare agli amori e agli odi le antenne superficiali di un cuore di basalto. Lo straniero non ha sé. Giusto una sicurezza vuota, senza valore, che fa del suo essere costantemente altro, in balia degli altri e delle circostanze, l’asse delle sue possibilità. Io faccio ciò che si vuole da me, ma quello non è meme è altrove, me non appartiene a nessuno, me non appartiene a me… me esiste? Lui, l’extracomunitario, illegale, fuggito dalla guerra del golfo, lo straniero che vende rose, è Dreck (Rifiuto), che insozza e va lavato via, eliminato; è Sad, che in inglese vuol dire triste, ma lui non è triste.


Teatro di Sori

Via Alleati Combattenti, 9
16030 Sori Genova
tel. 0185700681

http://www.soriteatro.it/

prolocosori@libero.it

Data spettacolo:

Giovedi 13 dicembre 2018

Spettacolo terminato

Info sala

Teatro Comunale di Sori

Via Alleati Combattenti 9
Sori Genova