IO E PIRANDELLO

Autobiografia teatrale: Lo Monaco ripercorre la sua storia attraverso Pirandello e i suoi personaggi. Tanti anni di lavoro, tanti personaggi affrontati, esplorati, compresi, fatti vivere su mille palcoscenici: ma il lungo viaggio artistico di un attore come Sebastiano Lo Monaco non ha mai perso di vista la Sicilia, la sua terra e la sua lingua. Naturale, allora, che Lo Monaco omaggi, a suo modo, un autore da sempre punto di riferimento quale Luigi Pirandello. E lo fa con ironia, quasi con delicata leggerezza, tratti necessari nell’affrontare il genio, il mistero, la scrittura, la solitudine del grande Agrigentino.

Sebastiano Lo Monaco definisce questo testo come nato «dalle viscere del teatro»: un percorso che drammatizza il male di vivere dell’attore stesso, con quel tanto di umorismo che lo lega a Pirandello, di cui è stato interprete in allestimenti importanti, da Il berretto a sonagli a Come tu mi vuoi, da Enrico IV a Non si sa come, o ancora Questa sera si recita a soggetto e Sei personaggi in cerca d’autore. Allora, su quei palcoscenici, storie pirandelliane e biografia personale si mescolano, si mutano nella testimonianza di un modo di fare teatro, antico e nuovo. Ma «senza cadere – afferma ancora l’attore – nella retorica o nella falsità».

Rivisita dunque il proprio passato, e accanto ai testi di Pirandello non potevano certo mancare estratti dai grandi tragici greci: Eschilo, Sofocle, Euripide, autori cui ha dato spesso voce e corpo. Lo Monaco sceglie quindi una chiave ironica, addirittura comica, per passare in rassegna quei personaggi cardine del suo repertorio, «ma questa rivisitazione non ha a che fare con la memoria, che è sempre inaffidabile, capricciosa, né trattasi di memoria affettiva, proprio perché porta in scena il passato, per rivivere il presente». E allora vita e teatro coincidono, proprio come in Pirandello.


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Domenica 2 dicembre 2018

Info sala

Teatro della Corte

Viale Duca D'Aosta Emanuele Filiberto
Genova