CORPI IMPURI

Venerdì 18 novembre 2022, alle ore 21, alla Sala Diana del Teatro Garage va in scena lo spettacolo Corpi impuri di e con Marinella Manicardi, titolo appartenente al Progetto “Da Salotto”, un ciclo di piccole rappresentazioni nato da un’idea dell’attrice Alessandra Frabetti. 

In Corpi impuri: fenomenologia delle mestruazioni, l’autrice e attrice Marinella Manicardi racconta in un monologo il tabù che si cela dietro al ciclo mestruale femminile e la reticenza, il silenzio e l’ipocrisia attraverso cui questo fenomeno ha subito la censura dal punto di vista storico, scientifico, religioso e del costume. «L’inconsapevolezza è propria della natura di un tabù - spiega l’autrice - È inconsapevole chi il tabù lo rispetta, per effetto di pudicizia. Ed è altrettanto comune alle caratteristiche di un tabù l’effetto sorpresa che scaturisce quando assistiamo al disvelarsi di esso. Ci fa percepire come vulnerabili, fragili, o sarebbe meglio dire ebeti». L’excursus sul tema portato in scena dalla Manicardi si defila dall’approccio femminista e affronta la censura delle mestruazioni dal punto di vista storico, scientifico, religioso e del costume, confermando la tesi di Jacques Le Goff secondo cui quella del corpo femminile è “la vera lacuna degli storici”.

"Per secoli, millenni, il ciclo mestruale femminile è stato l’invisibile ma netta linea di demarcazione tra il mondo maschile e quello femminile - continua Manicardi - Complici del non detto, di interpretazioni fasulle, di reticenza palese (col senno di poi), la scienza e la religione, incapaci di decifrare quanto accadesse mensilmente alle donne senza associare il fenomeno naturalissimo a dicerie, credenze, dietrologismi e qualunque cosa si distaccasse dal concetto di normalità. Come la morte, come il sesso, il ciclo mestruale ha finito per essere filtrato attraverso una secolare censura linguistica che ha contribuito a corroborare l’idea di una gerarchia tra i generi data per scontata». Il monologo di Marinella Manicardi è preciso, dettagliato, ricco di cenni storici, religiosi e scientifici al punto da calare lo spettatore in una condizione di apprendimento, saltando il fosso della pedagogia.


Teatro Garage

via Repetto 18 r , Genova
Tel. 010 511447 - 010 8994976

http://www.teatrogarage.it

info@teatrogarage.it

Data spettacolo:

Venerdi 18 novembre 2022

Spettacolo terminato

Info sala

Teatro Garage

Via Paggi, 43
Genova