DOLORE SOTTO CHIAVE / SIK SIK L'ARTEFICE MAGICO

«Il teatro è l’autore, l’attore, il pubblico in un tempo presente»: sono parole che riassumono lo stile, l’arte, il genio di Carlo Cecchi. Artista inimitabile, erede non solo dell’avanguardia teatrale ma anche alfiere di un teatro popolare e indomabile, come quello che fonda la tradizione comica del Novecento. In lui risuonano Beckett e Totò, Molière e il Living Theatre, De Filippo e Shakespeare, Pinter e Brecht: sono queste le anime, gli umori, che rendono sempre più unico il percorso creativo di Cecchi, che torna in scena con due atti unici scritti da Eduardo.

Il primo, Sik Sik l’artefice magico, del 1929, divertente e commovente pièce tra magia e miseria del teatro: è un cavallo di battaglia per Carlo Cecchi, che lo ha già affrontato più volte sempre con grandissimo successo.A questo, Cecchi unisce un testo aguzzo e sulfureo come Dolore sotto chiave, nato come radiodramma nel 1958. Nelle scene di Titina Maselli e di Sergio Tramonti, si muovono dunque i personaggi creati da De Filippo, a disegnare un’umanità che si confronta con i temi a lui cari: in Dolore sotto chiave è la morte, affrontata da Eduardo in tante sue opere, in chiave comica, seria o semiseria. Spiega Cecchi: «La morte fa il suo corso – sembra dire Eduardo – portando con sé un carico di lutti, ma all’uomo non resta che affrontarla, perché anch’essa fa parte della vita e cercare di negarla, di non riconoscerla, significa negare la vita stessa». E a proposito di Sik Sik, Cecchi aggiunge: «Come un film di Chaplin, è un testo immediato, comprensibile da chiunque e nello stesso tempo raffinatissimo. L’uso del napoletano e il rapporto tra il napoletano e l’italiano trova qui l’equilibrio di una forma perfetta, quella di un capolavoro».

In scena, assieme a Carlo Cecchi, la straordinaria Angelica Ippolito, e Vincenzo Ferrera, Dario Iubatti, Remo Stella, Marco Trotta.


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Sino a domenica 9 gennaio 2022

Spettacolo terminato

Info sala

Teatro Eleonora Duse

Via Nicolò Bacigalupo, 6
Genova