SE QUESTO è UN UOMO

Dal 23 al 27 febbraio 2022, al Teatro Modena, va in scena Se questo è un uomo. Una voce inconfondibile, mite e salda: «Considerate che questo è stato». È la voce di Primo Levi, del testimone, di colui che si fa memoria attraverso la parola. Una voce che nella sua semplicità ricostruisce la storia. Nel centenario della nascita di Levi, Valter Malosti dirige e interpreta Se questo è un uomo confrontandosi direttamente con il romanzo, dando corpo e presenza, dunque, a quella voce raccolta in una struggente opera prima, il libro più atroce e bello del ventesimo secolo. «Volevo creare un’opera - dice Malosti - che fosse scabra e potente, come se quelle parole apparissero scolpite nella pietra. Spesso ho pensato al teatro antico mentre leggevo e rileggevo il testo. Da qui l’idea dei cori tratti dall’opera poetica di Levi detti o cantati. Da qui ha preso le mosse l’idea di utilizzo dello spazio. Una sorta di installazione d’arte visiva più che una classica messa in scena teatrale».

Sul tessuto sonoro di Gup Alcaro, e nella bella scenografia ideata da Margherita Palli, esplode il cortocircuito visivo tra la memoria del lager e le «nostre tiepide case», mutando il romanzo in preziosa opera acustica. Ma risultano fondamentali nel comporre la drammaturgia visiva anche il disegno luminoso di Cesare Accetta e i contributi video di Luca Brinchi e Daniele Spanò. L'esito è uno spettacolo potente e di grande nitore: un uomo solo, con il suo cappotto grigio e la sua valigia, si pone al centro della scena e lascia finalmente libero il suo dire, mentre due figure (affidate a Antonio Bertusi e Camilla Sandri) sono il contraltare, l’eco, il compimento simbolico della realtà.

Come ha scritto Anna Bandettini su Repubblica: «Il risultato è uno spettacolo nitido, bello da vedere e ascoltare, segnato della stessa consapevolezza lucida e intransigente della testimonianza di Levi. Una immersione nel male di grande utilità civile, perché se ne esce colpiti e interrogati». Durata dello spettacolo: 1 h e 40 minuti. Con Valter Malosti e Lucrezia Forni, Giacomo Zandonà.


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Sino a domenica 27 febbraio 2022

Spettacolo terminato

Info sala

Teatro Gustavo Modena

Piazza Gustavo Modena, 3
Genova