FLY ME TO THE MOON

All'interno della rassegna di Drammaturgia Contemporanea 2020 del Teatro Nazionale di Genova (25esima edizione, da mercoledì 8 luglio a sabato 18 luglio), al Teatro Modena va in scena Fly me to the moon di Marie Jones, traduzione Carlo Sciaccaluga. Con Alice Arcuri e Eva Cambiale, luci Davide Riccardi, regia Carlo Sciaccaluga, produzione Teatro Nazionale di Genova. Lo spettacolo è previsto da mercoledì 1 a sabato 11 luglio 2020.

Due donne, giovani eppure già travolte dalla vita. Due storie qualsiasi della periferia nordirlandese. Due esistenze all’insegna della fatica, del lavoro precario, della povertà che si intrecciano, in modo inatteso, con una terza: la vita delle donne cambierà, potrebbe cambiare, grazie a un fatto decisamente inaspettato. Un colpo di fortuna? O di sfortuna?

Scrive Carlo Sciaccaluga, regista dello spettacolo: «Francis e Loretta, due quarantenni che si guadagnano da vivere come badanti, si trovano a dover affrontare la morte improvvisa dell'anziano loro affidato. C'è il cadavere di un vecchio, solo e senza parenti, una pensione da andare a ritirare, il sogno di un addio al nubilato a Barcellona per evadere dall'esausta andata al tempio del vivere quotidiano, c'è il lavoro, che è poco e pagato male. La commedia è il ritratto di un paese (l'Irlanda del Nord, ma potrebbe essere l'Italia o la Francia), dove all'essere umano non viene più concessa la dignità del lavoro: siamo regrediti anche rispetto all'antico “Eight hours labour, eight hours recreation, eight hours rest!” dei tempi della rivoluzione industriale. Il riposo è poco, il divertimento nessuno, il lavoro umiliante. Francis e Loretta vedranno la loro morale messa a dura prova dalle occasioni di squallido arricchimento che loro si presentano.

"Una volta si sceglieva un uomo perché era bello, forte, attraente... ora gli chiedi: hai un lavoro? Sì? E allora vai bene", dice una delle protagoniste. Se si vive per sopravvivere, non c'è spazio per il bello, per l'arte, è meglio mandare i figli ai parchi divertimenti invece che nei musei, perché il presente è un tempo invivibile, va sospeso e soppresso. Ma Fly me to the Moon è una commedia dall'inizio alla fine, perché speriamo, sogniamo, sempre tutti di poter volare sulla luna, vedere la primavera su Giove e Marte, perché in fondo l'uomo è fatto d'amore».

Marie Jones, nata a Belfast nel 1951, è stata attrice di successo prima di dedicarsi alla scrittura. Le sue commedie sono pluripremiate e apprezzate in Europa e negli Stati Uniti. Molto impegnata socialmente e politicamente, Jones è da sempre attenta al ruolo delle donne nella società. La versione italiana di Fly me to the moon, con la traduzione dello stesso regista, Carlo Sciaccaluga, ha debuttato in forma di mise-en-espace a Roma all’ultima edizione del Festival Trend, diretto dal critico Rodolfo Di Giammarco.


I posti verranno assegnati dal Teatro in rispetto delle disposizioni per il contrasto al covid-19.
Coloro che hanno acquistato un biglietto e desiderano usufruire dei posti ravvicinati destinati esclusivamente alle persone conviventi possono, successivamente all’acquisto, inviare una mail a servizioalpubblico@teatronazionalegenova.it"> entro il giorno precedente la recita scelta esplicitando il numero di posti richiesti e il nome delle persone conviventi. Questi posti disponibili in numero limitato verranno assegnati in base all’ordine cronologico delle richieste.
Per tutte le recite della Rassegna saranno disponibili 2 posti omaggio per persone in carrozzina con accompagnatore da richiedere inviando una mail a servizioalpubblico@teatronazionalegenova.it">
All’ingresso in teatro e per l’intera durata della rappresentazione è obbligatorio l’uso della mascherina


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Sino a sabato 11 luglio 2020

Spettacolo terminato

Info sala

Teatro Gustavo Modena

Piazza Gustavo Modena, 3
Genova