UNA GIORNATA QUALUNQUE DEL DANZATORE GREGORIO SAMSA

L’incontro tra un giovane attore e i maestri dell’Odin Teatret dà vita a una brillante partitura fisica di reminiscenza kafkiana, scandita dalle creazioni sonore di Mirto Baliani.

«Eccolo il feroce, mai contento, inquietante, angosciante lavoro quotidiano di un attore-danzatore su se stesso, dentro una cornice astratta, fra luci abbaglianti e oscurità, suoni astratti, soli e lune accecanti. E un buio, dove brulica, inquieto, un corpo di cui percepiamo l’ossessione del movimento perfetto». Così la critica Maria Grazia Gregori commentava lo spettacolo nato dall’incontro tra un giovane attore, Lorenzo Gleijeses, figlio d’arte, e un maestro del Teatro come Eugenio Barba, fondatore del celebre Odin Teatret.

«Vediamo – continua Gregori – le nocche delle mani colpite dalla luce, poi i piedi in un movimento inarrestabile. Ecco Lorenzo Gleijeses sbucare dall’oscurità: ci costringe a seguirlo con gli occhi ma anche con il pensiero perché assistiamo alla giornata di preparazione, di prove angosciate di questo artista prima della prima. Un attore che può ricordare Gregor Samsa, il protagonista della Metamorfosi di Kafka, trasformato in insetto». È lui, appunto, Gregorio Samsa del titolo: subito si impossessa dello spazio, inventa gesti complessi in un ossessivo bisogno di ripetere, ripetere ancora e di nuovo.

«Gregorio – spiega il protagonista – è convinto che attraverso la ripetizione sia possibile arrivare a un alto livello di qualità interpretativa. Il suo perfezionismo lo catapulta in un limbo in cui si erodono i confini tra reale e immaginario, lavoro e intimità, teatro e vita». Aggiunge Barba: «Lorenzo mi sta simpatico. Ha delle qualità umane e professionali che mi toccano. Paziente nei confronti del lavoro, è capace di indovinare cosa il processo stia indicando, pronto ad abbracciare una situazione nonostante non riesca a dominarla con la ragione. Possiede la più grande virtù di un attore: sa resistere alla tentazione di accontentarsi del primo risultato».


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Da martedi 3 marzo 2020 a venerdi 6 marzo 2020

Info sala

Teatro Gustavo Modena

Piazza Gustavo Modena, 3
Genova