I PROMESSI SPOSI ALLA PROVA

Manzoni è un capocomico alla guida di una strana compagnia, pronta a mettere in scena I promessi sposi. Illuminante riscrittura di un capolavoro della nostra letteratura.

Due attori meravigliosi, attorniati da un affiatato gruppo. Uno dei maggiori poeti e drammaturghi italiani. Una regia appassionata e lucida.

Andrée Ruth Shammah riprende I promessi sposi alla prova, uno degli spettacoli che ha segnato, dal 1984, la storia del legame tra Giovanni Testori e il teatro di Franco Parenti. Nelle maglie della riscrittura testoriana, il capolavoro di Manzoni è sezionato, illuminato, scavato con ferocia tutta teatrale. Manzoni è dunque una sorta di capocomico, alla guida di una strana compagnia di guitti, pronti a mettere in scena I promessi sposi: tutto muta, si svela, sprofonda negli abissi dell’animo umano.

«Questo è un tempo di inquietudini – ha scritto la regista Andrée Ruth Shammah – di perdita di confini e valori che chiede di tornare indietro per fare il punto, confrontarsi e rimettersi “alla prova”. Ci sono momenti storici in cui alcuni testi ci sembrano necessari; la prima volta che ho messo in scena I promessi sposi alla prova con Franco Parenti ne sentivo la necessità e la sento oggi, come e forse più di allora. Per quanto lontano da noi e dallo spirito del nostro tempo, un classico è tale perché capace di risvegliare dubbi ed emozioni proprie a tutti gli esseri umani, in qualsiasi epoca. Testori ha accolto, tradito o tradotto le parole di Manzoni in una nuova forma che rende contemporanee e facilmente comunicabili verità antiche di cui abbiamo nuovamente bisogno. Con questo spettacolo, non solo si vuole restituire al pubblico uno dei capisaldi della letteratura italiana e far conoscere e amare la riscrittura di Testori, ma si intende esortare a camminare con una nuova consapevolezza nel nostro tempo e a riscoprire i fondamenti del Teatro, come lo intendo io ancora e sempre di più». Uno spettacolo applaudito, commovente, trascinante.


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Da giovedi 27 febbraio 2020 a domenica 1 marzo 2020

Info sala

Teatro della Corte

Viale Duca D'Aosta Emanuele Filiberto
Genova