ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

Cinque sorelle da maritare nell’Inghilterra ottocentesca. La modernissima Jane Austen si rivela materia perfetta per una sorprendente rilettura teatrale.

A digitare Orgoglio e pregiudizio on line, escono quasi due milioni di voci. E wikipedia offre una mappa per comprendere le relazioni tra i personaggi. Che l’opera di Jane Austen sia una delle pietre miliari della letteratura mondiale è noto, che sia fonte di versioni cinematografiche e teatrali altrettanto. Ma il viaggio di Arturo Cirillo, assieme alla sua compagnia si preannuncia sorprendente, lontano da ogni visione consolidata della storia delle sorelle Bennet.

Regista e attore tra i più interessanti della scena nazionale, Cirillo ha dalla sua una pratica di ironica demistificazione dei classici, a partire dall’amato Molière. Nell’adattamento di Antonio Piccolo, il lavoro asseconda anche una particolare passione per l’Ottocento: «Sono affascinato dal rapporto fra i grandi romanzi dell’epoca e la scena. Provai un raro piacere – racconta il regista – anni fa, ad affrontare uno strano testo di Annibale Ruccello (strano perché al confine tra il musical e la commedia) ispirato a Washington Square di Henry James».

Ma per Cirillo portare a teatro la Austen vale la pena anche perché «quel mondo dove ci si conosce danzando, ci si innamora conversando, ci si confida con la sorella perché i genitori sono prigionieri del proprio narcisismo, non mi sembra così lontano da noi. Soprattutto pensando a queste eroine spinte a sposarsi anche per avere finalmente un sostegno economico, sottraendosi allo stesso tempo all’indecorosa condizione di zitelle. Anche se poi la povera e zitella Jane Austen (che mai lasciò la propria famiglia) si divertì a sottrarsi a tutto con i suoi romanzi, che sono una spietata critica e un’amorosa dichiarazione d’appartenenza alla propria epoca. Jane Austen reinventa la realtà attraverso la sua rappresentazione, ma mai smettendo di essere vera. Come avviene in teatro».


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Da mercoledi 25 marzo 2020 a domenica 29 marzo 2020

Info sala

Teatro Duse

Via Nicolò Bacigalupo, 6
Genova