LA RISATA NOBILE

Grande letteratura da ridere: lo sguardo comico sul mondo in uno spettacolo da Aristofane ad Achille Campanile, passando per l’umorismo contemporaneo di Vaime, Benni, Villaggio. La risata è una rivoluzione senza effetti collaterali. Ce n’è sempre bisogno: salva la vita. Ma il suo potere eversivo l’ha spesso resa ostica ai potenti. Sarà per questo che la letteratura comica è sempre stata una Cenerentola. Sergio Maifredi e Tullio Solenghi con La risata nobile vogliono restituirle la legittimità che merita e renderla principessa.

Il viaggio comincia dalla notte dei tempi: tanti hanno messo su carta la risata che rende liberi. Da Aristofane a Marziale e Catullo, passando per Cecco Angiolieri, fino a Campanile, Flaiano, Metz, Umberto Eco e a Benni, Gino e Michele, Umberto Simonetta, Vaime, Paolo Villaggio…

«Sulla scomparsa della Commedia di Aristotele, Umberto Eco ha concepito un best seller come Il nome della rosa, dove un frate è disposto a uccidere pur di evitare che si diffonda il potere incontrollabile della risata» scrive Sergio Maifredi nelle note di regia. «La vera prova per un attore è il teatro comico. Tullio Solenghi affronta la sfida con eleganza e ironia, relegandoci la risata nobile».


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Da martedi 17 marzo 2020 a domenica 22 marzo 2020

Info sala

Teatro Duse

Via Nicolò Bacigalupo, 6
Genova