SERGEI POLUNIN

Chiude il Festival Internazionale di Nervi, nella serata di sabato 20 luglio 2019, il Gala di Danza di Sergei Polunin; uno dei più importanti talenti contemporanei della danza classica, una personalità forte, oltre che dal punto di vista artistico, anche da quello mediatico, per gli atteggiamenti sfidanti e a volte provocatori che ne fanno l’astro controverso ed emergente della scena coreutica mondiale, primo ballerino presso i più importanti teatri del mondo, fra cui la Scala, il Royal Ballet, il Bolscioi, il Bayerische Staatsballet.

Sul palcoscenico di Villa Grimaldi Fassio, Polunin propone Sacré, uno spettacolo diviso in due parti: un primo atto dal titolo Fraudoulent Smile, firmato da Ross Freddie Ray su musiche del trio polacco lezmer Kroke, nel quale condivide la scena con nove danzatori coi volti bianchi come mimi francesi, che diventano marionette isteriche senza fili, zombie, ombre umane ridotte a puro simbolo su una scena desolatamente vuota.

Il secondo atto è interamente dedicato all'esecuzione del drammatico solo Sacré, ispirato alla parabola artistica e umana del leggendario Vaslav Fomich Nijinskij e danzato sulle note de La sagra della primavera di Igor Stravinskij. Polunin ha ripercorso il genio di Nijinskij, esplorando la doppiezza dell’animo umano grazie a questo solo creato insieme alla danzatrice e coreografa Yuka Oishi, cresciuta all’Hamburg Ballet di John Neumeier, già collaboratrice di Natalia Osipova.

L’artista giapponese che ha analizzato i diari e i disegni di Nijinsky per poter restituire in questo pezzo il mondo dell’artista, ha dichiarato: «Nijinsky è stato un ballerino e un coreografo leggendario. Quando ho ascoltato “La sagra della primavera” di Stravinsky, l’idea ha preso forma perfettamente. Ciò che voglio affrontare è l’umanità, non la follia. Concentrarmi su luce e ombra, fatti ed emozioni, tutto quello che portiamo dentro di noi».

Dopo aver calcato i maggiori palcoscenici internazionali con le più prestigiose compagnie di balletto, attualmente Sergei Polunin si esibisce in tutto il mondo presentando nuovi spettacoli concepiti e prodotti con la propria società artistica “Polunin Ink”. Inoltre, espande costantemente il suo orizzonte artistico al campo della recitazione, del cinema e di altri contesti creativi. Nel 2015 è il protagonista del video per il brano di Hozier Take me to the church, firmato dal fotografo e regista David La Chapelle con la coreografia di Jade Hale-Christofi, diventato ben presto virale. Ha recentemente recitato per il cinema nel film di Kenneth Branagh Assassinio sull’Orient Express.


Teatro Nazionale di Genova

Piazza Borgo Pila 42, Genova
Telefono 010 5342 1 Fax 010 534 2510
Info biglietteria  010 5342 300 

https://teatronazionalegenova.it/

teatro@teatronazionalegenova.it

Data spettacolo:

Sabato 20 luglio 2019

Spettacolo terminato

Info sala

Villa Grimaldi Fassio

Via Capolungo, 9
16167 Genova